FRESNE DUCRET A VILLE-DOMMANGE  - PREMIER CRU

 

Luogo di nascita della Champagne Fresne Ducret, Ville-Dommange villaggio classificato Premier Cru.

A capo dell'azienda di famiglia dal 2007, Pierre Fresne si è dedicato a continuare la tradizione di famiglia,  è sempre stato curioso e appassionato di produrre un lavoro di cui possa essere orgoglioso.
Questa ricerca dell'eccellenza lo ha spinto ad esplorare nuovi orizzonti, testando e sperimentando sia nei vigneti che nella cantina. 
I vigneti di Champagne Fresne Ducret riflettono diversi secoli di storia. La composizione del sottosuolo è una vera tavolozza, in cui ogni strato rappresenta un'epoca passata. Da parcella a parcella di terreno, le proporzioni di gesso, sabbia e argilla variano, e hanno un'influenza significativa sulle viti. 
Come parte della sua costante ricerca della creazione e del suo sforzo di riunire mondi diversi, Pierre si interessa ai metodi ancestrali della viticoltura.

Nel 2015, dopo molte ricerche e contemplazione, ha messo gli occhi su Petit Meslier. Questa varietà di uva bianca porterà freschezza, finezza e complessità alle future bottiglie.
Pierre Fresne fa parte di una nuova generazione di vignaioli attenti a preservare il terreno su cui è cresciuto.
In conformità con questa filosofia, ha preso diverse decisioni che hanno trasformato il suo stabilimento: nel 2013, ha introdotto l'aratura per l'aerazione del terreno e il controllo delle infestanti. Nel 2017 alcuni ettari verranno sottoposti a prove nella viticoltura biologica e le certificazioni di acquisizione di sostenibilità sono in corso.
Raccolta manuale, limitazione delle quantità e dei volumi pressati, separazione dei succhi da diversi ettari, quindici mesi di riposo tra l'imbottigliamento e la sboccature. Le norme regionali per la produzione dello champagne sono rigide.

Piuttosto che risentirsi di queste regole come un limite alla sua creatività, Pierre le considera come garanzie della qualità dei suoi champagne. Fa anche un passo avanti: se la resa dell'anno è sufficientemente abbondante, i succhi secondari vengono sistematicamente messi da parte, e le sue cuvées
sono invecchiate molto più a lungo che i 15 mesi richiesti. Trova la libertà di esprimersi in altre aree, ad
esempio nelle sue miscele, che non esita a modificare da un anno all'altro e nell'uso di diversi recipienti
come acciaio inossidabile o acciaio smaltato per la loro neutralità, e botti di quercia o di acacia per il
carattere che portano al vino.

Vignam s.r.l

Samuele: 347.0657880

Federico: 338.3954395

Contattaci
arrow&v

Vignam s.r.l All rights reserved.  - P. IVA / C.F.03783940046 - Registro imprese della CCIAA di Cuneo - N. REA: CN316401 - Data iscrizione: 05/11/2018 - Capitale sociale: €10 

Privacy Policy

Proudly made by AlternativeADV